Wednesday, November 15, 2006

Turbodiesel - Green Bombers 1-2

Articolo un po' in ritardo, a causa di "traversie" organizzative, ma alla fine è qui e da settimana prossima sarà puntuale.
L'incontro, molto atteso, si svolge a Castellanza alle 9:30. Temperatura sui 5-6 gradi e campo bagnato, con il pallone che schizza via quando tocca il sintetico: condizioni un po' problematiche alle quali dovremo fare l'abitudine.
La tattica dei GB viene definita con attenzione: studiare gli avversari nei primi minuti per poi aggiustare il gioco e aggredirli nel resto della partita.
Purtroppo le cose vanno diversamente, perchè fin da subito... partiamo a mille e mettiamo sotto i biancoblu! Le azioni dei GB sono pressanti e a tutto campo, per vie centrali e su entrambe le fasce: nei primi 15 minuti di gioco siamo costantemente nella metacampo avversaria e creiamo molti pericoli, che si concretizzano nella bella rete di testa di Galluzzo, su cross proveniente dalla bandierina, e nel diagonale vincente di Chiari (primo gol su azione dei GB nel Torneo dell'Amicizia!).
Due a zero quindi, ma i GB continuano a spingere sull'acceleratore: da ricordare un'altra conclusione di Denis fuori di poco, due botte da fuori area di Sergio che finiscono a lato e, in generale, un dominio costante che lascia veramente poco spazio agli avversari. Prima dell'intervallo i Turbodiesel fanno capolino solo un paio di volte nella nostra area, sempre con lanci lunghi e alti che sono molto facili da controllare.
Insomma, un primo tempo davvero spettacolare e convincente, che mette in luce una netta differenza fra le due squadre.
La ripresa però vede scendere in campo dei GB diversi: sicuramente bisogna dare atto anche ai TD di essersi impegnati per recuperare, com'è ovvio, ma è innegabile che forse abbiamo avuto "paura di vincere", e anche che il centrocampo a tre a un certo punto si è trovato in debito d'ossigeno.
Fatto sta che l'inerzia della partita è passata ai biancoblu, che hanno cominciato a imbastire azioni con una certa continuità: azioni mai pericolose, questo va detto, anche perchè era assente il principale terminale offensivo, Giovanni.
Insomma, tanta paura per nulla: nei primi 20 minuti del secondo tempo i TD riescono a produrre solo cross e lanci "innocui", anche se su punizione accorciano le distanze e un paio di palle vaganti qualche brivido lo creano.
Negli ultimi 10 i GB si ricordano di quello che avevano fatto nel primo tempo e tornano a spingere, riportando il gioco nella metacampo avversaria e creando almeno altre tre palle gol nitide, con Aniorte, Godano e Cucchi (appena entrato).
La partita si conclude senza ulteriori patemi. Il successo dei GB, di misura nel risultato, è stato ampiamente legittimato sul campo, ma rimane da sottolineare il pericoloso sbandamento del secondo tempo, che avrebbe potuto avere esiti nefasti.
Una maggiore convinzione nei nostri mezzi ci eviterà problemi simili in futuro.
Come sempre, chiudo con un "Forza GB!"

1 Comments:

At 4:47 AM , Blogger alegalli said...

Devo dire che dal campo non mi ero accorto del nostro predominio all'inzio del primo tempo, ma in effetti ripensandoci, e parlando con chi a visto la partita, è stato proprio così. Forse ha contato anche aver fatto un buon riscaldamento (a volte arriviamo troppo tardi al campo e siamo costretti a essere frettolosi) e l'essere molto concentrati sulla partita (visto che il derby è il derby :)). Invece, il calo a inizio ripresa è stato più evidente. Devo dire che in questo caso è stato anche bravo il mister a dare la scossa dalla panchina, così ci siamo un po' risistemati e fino alla fine non abbiamo corso grossi rischi.

 

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home