Sunday, October 15, 2006

GB - Marmi Bucci 0-3

I Green Bombers escono sconfitti dal confronto con i Marmi Bucci, con un punteggio piuttosto pesante, uno 0-3 che a parer mio (Davide) è però troppo marcato per quelle che sono state le due squadre viste in campo.
I Marmi Bucci sono in forma, sono decisamente più forti dello scorso anno, sono ben allenati e fanno girare molto bene la palla.
Peccato che l'intera partita risulti falsata dalla partenza piuttosto incerta dei GB: la squadra viene disposta con un 4-1-4-1 che dovrebbe essere di copertura, ma in realtà si rivela inutile: i 4 difensori sono a ridosso del centrocampo per il fuorigioco, i 4 centrocampisti sono 10 metri davanti a loro e l'unica punta non può far nulla mentre i difensori avversari lanciano comodamente verso le loro punte, che scattano i profondità e 1 volta su 2 arrivano da sole davanti al portiere.
A parer mio bisogna ripensare profondamente questa tattica iniziale: se vogliamo stare coperti stiamolo veramente, senza prendere i contropiedi mentre ci difendiamo, e attendiamoli al limite della nostra aerea. Se invece vogliamo giocare alti, allora aggrediamoli da subito e non diamogli la lucidità per lanciare il pallone comodamente.
Le due reti arrivano una in pallonetto e l'altra su malinteso Fabrizio-Davide (una breve nota: non aspettatevi che in 4 partite mi metta a uscire come un professionista dall'area, per cui entriamo nell'ordine di idee che questa tattica non funziona), ma ricordo anche tre mie parate in uno contro uno (una delle quali mi frutta un gomito gonfio come un melone - ho detto frutta non a caso) e un gol sbagliato clamorosamente a porta vuota dopo l'ennesimok fuorigioco. Insomma, un bel disastro, e dire che il centrocampo quando entrava in gioco filtrava bene e riusciva anche a lanciare le punte - che purtroppo però non c'erano...
Nella ripresa si cambia assetto, inserendo le due punte e puntando su un 5-3-2 molto teorico, visto che eravamo decisamente più sbilanciati, e qui per 20 minuti si è avuta la prova del fatto che avremmo potuto giocarcela senza paura fin dall'inizio, dato che siamo riusciti spesso a lanciarci in profondità, sia per vie centrali che laterali, facendo arrivare il pallone in area: purtroppo non abbiamo mai concluso pericolosamente a rete, ma l'importante era arrivare lì e abbiamo dimostrato di saperlo fare.
Dopo 20 minuti sono arrivati la terza rete avversaria (in un contropiede stavolta logico come gli altri del secondo tempo, vista la situazione) e l'infortunio di Sergio (che era nettamente il giocatore più forte in campo, avversari compresi). I GB si sono scoraggiati e hanno smesso di correre, mentre gli avversari facevano girare palla e continuavano a cercare il lancio ficcante, senza però creare altri pericoli particolari.
Che insegnamenti trarre da questa partita? Io guardo il lato positivo: l'insegnamento è che non dobbiamo avere paura di avversari come questi, perché affrontandoli a viso aperto ce la saremmo davvero potuta giocare.
Inoltre, lo ribadisco di nuovo: trovo veramente inconcepibile che una squadra che inizia con il dichiarato intento di contenere si trovi a dover subire dopo 10 minuti due gol in contropiede!
Altra nota positiva il reparto offensivo, che con Sergio alle spalle e due punte di ruolo (secondo me quasi imprescindibili) ha dimostrato un maggior peso.
Chiudo con un richiamo: siamo alla terza partita, siamo qui per imparare, cerchiamo di trarre una lezione da questa giornata e anche questa sconfitta 0-3 non sarà stata inutile. Forza GB!

3 Comments:

At 2:18 PM , Blogger alegalli said...

Sono quasi d'accordo. "Quasi" perché alla fine siamo alla terza partita e dobbiamo farci. Secondo me ci vorrebbero due\tre mesi a giocare con lo stesso assetto e più o meno gli stessi meccanismi, in modo da trovare i giusti automatismi. Dobbiamo capire come giocare e chi ci può essere utile nei vari ruoli, imparando i reciproci pregi e difetti, esaltando i primi e minimizzando i secondi. C'è da soffrire, poco ma sicuro, e tanto da correre. E forse oggi abbiamo corso troppo e male. Ma ci vuole tempo. Una delle cose che mi piace di più della squadra è la buona volontà di tutti. Con calma, pazienza, voglia di imparare e adattarsi arriveremo prima o poi a giocare per bene. Forza GB.

 
At 1:39 AM , Blogger dirigenza said...

Che dire della partita... ma il primo tempo un disastro unico, nella ripresa meglio. C'è da dire che al di là del modulo diverso i nostri avversari hanno mollato un po' la presa. Il problema non è tanto nel modulo, ma nella condizione fisica di diversi giocatori a centrocampo. Se non si corre tutti assieme, se non si accorciano le distanze, se non si torna a centrocampo quando si deve, la difesa balla... un plauso a Fabrizio che ha giocato con caviglia malmessa (è un mese che va avanti) e ha combattuto fino alla fine.

 
At 5:44 AM , Blogger dirigenza said...

(Davide) Rimane il fatto che modulo o no stiamo giocando con difesa alta e fuorigioso super-rischio. In tre partite sono arrivati una ventina di volte soli davanti al portiere, sempre andando via in velocità.

 

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home